Cerca nel blog

venerdì 22 gennaio 2016

Negli occhi dello sciamano

Hernan Huarache Mamani è un indios quechua nato nel villaggio andino di Chivay.

Laureato in economia all’università di Arequipa, lavora per molti anni come economista presso il ministero dell’agricoltura peruviano.

Ampio conoscitore delle lingue indigene, è riuscito a contattare vari sapienti delle Ande che gli hanno trasmesso il sapere e le tradizioni antiche. Queste esperienze hanno visto la luce di diverse opere quali “La profezia della curandera”, “La donna dalla coda d’argento” e “La donna della luce”.



“Negli occhi dello sciamano” è riconosciuto come bestseller, edito da Pickwick Libri.

Racconta la storia vera ed autobiografica di H.H.Mamani, che scopre, grazie a vari incontri significativi e rivelatori, che il suo compito è quello di fornire agli uomini gli strumenti necessari per stringere un nuovo patto con la Pachamama, la Madre Terra.

A causa di una dolorosa malattia, Mamani rientra nella sua terra natale e qui, dopo un processo di guarigione sia del corpo che dello spirito, viene iniziato per la missione che da sempre lo attende: diventare curandero e portare nel mondo la sua esperienza spirituale attraverso la divulgazione del patrimonio culturale del suo paese, ricco di fascino e tradizioni antiche.

Un viaggio all’interno della spiritualità  in cui entra in contatto con una conoscenza di cui si credevano perse le tracce e che appartiene a tutti gli esseri umani incontrando gli indiani e compiendo sogni rivelatori. L’incontro determinante per il suo cambiamento umano e spirituale è quello con una guida spirituale andina, che vive in una grotta tra i ghiacciai di una montagna, e che compirà l’iniziazione di Mamani.
Iniziazione che lo condurrà dal buio ad uno stato di luce e amore.

Questo libro diviene anche un grido  ed un monito per una presa di coscienza  che questo pianeta ha bisogno di ognuno di noi per continuare ad esistere, ma solo se noi ce ne sapremo prendere cura divenendone custodi.

In sintesi questo bestseller unico nel suo genere, scritto con un linguaggio semplice e diretto, ci ricorda che "chi ha perso la propria strada deve tornare indietro a cercarla, solo così la troverà".

(fonte immagine di copertina www.ilgiardinodeilibri.it)







Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

siamo anche social

Condividi su Facebook   Seguimi su Twitter   Seguimi su Google Plus   Instagram